Pesca in Liguria: uscite in barca per un week end

pesca in liguria

La Liguria ha fondali ricchi di prede; in base alla stagione, all’attrezzatura, all’abilità del pescatore e in base all’attrezzatura utilizzata è possibile fare un pescato davvero ricco: dentici, orate, tonni rossi, ricciole, naselli e chi più ne ha più ne metta. Volendo si può passare un week end in altura, grazie al sito pescainliguria.com, specializzato in battute di pesca in mare.

Nel Mar Ligure è possibile adottare diverse tecniche di pesca, tutte omologate e regolarmente autorizzate.

Lo Slow Jigging fa parte della Vertical Jigging, una tecnica che prevede un movimento più lento della canna rispetto appunto alla Vertical Jigging. Quest’ultima è una tecnica che fa calare le esche sul fondale; Si tratta di esche molto pesanti dotate di amo o ancorotto facendole poi risalire fin sulla barca.

La tecnica Inchitu-Kabura-Tenya è un sistema di pesca chiamato pure bottom ship e prevede l’utilizzo di piombi a forma ogiva. E’ forse la tecnica di pesca più semplice, adatta a quasi tutti e davvero molto efficace.

Il Bolentino invece è una tecnica di pesca sportiva che si pratica a motore fermo; l’imbarcazione è così libera di muoversi grazie alla corrente ed il pescatore utilizzerà una canna da pesca o una lenza a mano.

Il Light Drifting è una tecnica a barca ferma che prevede l’utilizzo di esche naturali, avviene con attrezzature cosiddette leggere ed è la più indicata per la pesca di pelagici.

Sempre in Liguria, una delle tecniche di pesca più apprezzate è la Traina d’altura e la Traina Costiera. La prima è meglio conosciuta col nome di Grande Traina. Nacque nei grandi oceani mentre nel mar ligure è rivolta al pesce spada, ai tonni e più in generale ai predatori pelagici.

La Traina Costiera viene invece praticata vicino alla costa ed è la tecnica preferita per catturare quelle specie di pesci che abitano stabilmente su questa fascia di mare o che in alcuni mesi dell’anno si avvicinano alle coste per la ricerca del cibo o per la riproduzione. La traina Costiera è anche conosciuta col nome di Piccola Traina proprio a causa delle dimensioni del pescato ed è la tecnica di pesca che oggi si addice di più a chi vuol avvicinarsi a questa passione ed è alle prime armi.

Lo Spinning è una particolare tecnica che prevede il continuo lancio ed il recupero delle esche artificiali. Si tratta di un metodo semplice, poco costoso e utilissimo per iniziare. Non comporta una complicata organizzazione, infatti è sufficiente munirsi di una canna da pesca con il mulinello, un filo, qualche esca artificiale e una cintura per contenerli.

La pesca a Popping mira invece alla cattura dei predatori ed in questo caso si scelgono delle esche di superficie conosciute appunto col nome di popper.

Infine il Drifting al Tonno Gigante: è la tecnica di pesca in mare che forse richiede maggior esperienza. E’ indispensabile uscire con imbarcazioni dalle spiccate caratteristiche d’altura e dotate di attrezzature adatte ad una pesca di primissimo livello.

(Visited 63 times, 1 visits today)