Perché scegliere la carta da parati

Perché scegliere la carta da parati

La carta da parati sta vivendo un nuovo splendore, e questo grazie alle moderne tecnologie che hanno migliorato e ampliato la gamma di materiali, nonché permesso l’esistenza di ogni tipo di fantasia. Per questo indichiamo qui il motivo per cui la carta da parati può essere preferita alla classica verniciatura.

Gli anni della carta da parati

Il 2018 è stato l’anno fortunato della carta da parati, e da allora questo rivestimento per pareti sta vivendo un vero Rinascimento. Infatti è sempre più scelta non solo come arredo domestico, ma anche come rivestimento per uffici e attività commerciali i quali grazie ad essa possono enfatizzare e personalizzare il loro scopo sul mercato.

In commercio ci sono tantissimi modelli, e molte aziende di ultima generazione producono carta da parati nei materiali più innovativi e diversi, specifici per i vari ambienti e per le loro prestazioni. Proprio per queste caratteristiche, non sono pochi i motivi per cui è bene preferire questo tipo di rivestimento alle vernici tradizionali.

Ad ognuno il suo

La carta da parati è un tipo di rivestimento che, come detto, è in grado di dare non poche soddisfazioni. La prima è ovviamente di tipo estetico perché, grazie alla personalizzazione pressoché infinita e molto personale, la carta da parati può definire meglio lo stile e il carattere di un dato ambiente, personalizzandolo al meglio.

Molte aziende permettono – a patto che abbiano le dimensioni e la qualità ottimali – di far stampare la carta da parati con le immagini scattate personalmente dal cliente. Inoltre, la possibilità di scegliere materiali come il tessuto, il vinile, o il supporto magnetico, permette di ridurre alcuni difetti nei muri della stanza: per esempio le crepe non strutturali si possono coprire con molta facilità.

La carta da parati è anche piuttosto veloce da applicare, ed è l’ideale se non si vuole imbiancare. Ci sono anche modelli di alcune aziende che possono assorbire gli odori, mantenendo l’ambiente sempre profumati; o ancora carta da parati realizzati apposta per stanze sempre soggette a sbalzi di temperatura e forte umidità, quindi il bagno, la cucina, l’esterno.

Quest’ultimo punto introduce l’esistenza di fotomurali realizzati appositamente per l’esterno, che creano un ambiente unico anche per gli spazi aperti e indicate soprattutto per le attività commerciali come bar e ristoranti. Infine, ci sono tipi di carta da parati che si possono rimuovere con facilità e senza danni, e altri ancora che a questo aggiungono la lavabilità.

Insomma, la carta da parati non è solo tendenza, ma anche volontà di sfruttare al meglio gli spazi rendendo l’ambiente il più confortevole possibile. E questo anche a prezzi vantaggiosi, con possibilità di colore e personalizzazione pressoché infinite.  

Fantasie e colori più blasonati

È il bagno la stanza maggiormente scelta per l’impiego di un fotomurale. Come specificato sopra, ci sono dei tipi di carta da parati progettati apposta per resistere a cambi repentini di temperatura e umidità, senza rovinarsi, assorbendo il cattivo odore e mantenendo l’aira fresca.

In questo caso sono davvero tanti i motivi e i colori più in voga, che accontentano anche le personalità dai gusti più esigenti e attenti. Tra le più blasonate ci sono le carte da parati con gigantografie di skyline cittadini o di paesaggi naturali, di solito in formato panoramico che aiuta anche ad ampliare la sensazione di spazio eliminando ogni tipo di claustrofobia. Molto chic sono anche i modelli con fantasie metalliche, specie in rame, oro e argento.

Molto scelti sono, poi, i fotomurali con fantasie e greche molto piccole, o anche con rilievi ton sur ton che permettono alla parete di “brillare” sfruttando la luce sia naturale che artificiale.

(Visited 18 times, 1 visits today)