La lunga storia delle pietre preziose

La lunga storia delle pietre preziose

Le pietre preziose, hanno una lunghissima storia, soprattutto quelle incastonate nei gioielli che vengono trattate e lavorate. Le pietre preziose che osserviamo sugli anelli non si trovano in natura in quella stessa forma; anche se ci sono delle pietre che si presentano già quasi perfette in natura, parliamo appunto delle gemme grezze, che non vengono lavorate ed hanno più uno scopo più ornamentale, anche e soprattutto per la propria autenticità. Ma quelle che vediamo ad ornare qualche gioiello sono state trattate, tagliate e lavorate grazie a diverse tecniche di lavorazione che, nonostante ciò, permettono alla pietra di conservare le sue caratteristiche intrinseche. Anzi, a volte la lavorazione permette proprio di mettere in risalto le caratteristiche peculiari di ogni pietra.

Le fasi della lavorazione

Quasi tutte le pietre preziose oggi vengono trattate, ma i certificati che vengono forniti danno tutte le informazioni necessarie per conoscerne le tecniche di raffinazione e la provenienza, fermo restando che la lavorazione, come dicevamo, tende a far risaltare le caratteristiche migliori della pietra e quindi di godere al massimo della sua essenza. Ad ogni modo è sempre consigliato richiedere i certificati, per attestarne anche l’autenticità. Le pietre preziose sono degli oggetti molto delicati, nonostante la loro robustezza e anche prendersene cura non è un compito semplice. Solitamente si consiglia di avvolgerli nella carta velina prima di riporli insieme ad altri oggetti e gioielli che potrebbero graffiare la gemma. È necessario anche che le pietre preziose vengano spesso pulite, soprattutto se utilizzate giornalmente e quindi soggette ad accumulare polvere. Un altro suggerimento che viene dato spesso è di stare molto attenti alla lucentezza della pietra, quindi se si tratta di un pendente, di una pietra incastonata in un ciondolo che verrà messo attorno al collo, assicurarsi di non spruzzare del profumo, per esempio, in corrispondenza col gioiello per non far si che si opacizzi, ma il consiglio è valido anche per gli anelli.

L’essenza delle pietre preziose

Bisogna ricordare sempre di informarsi un po’ prima di acquistare delle pietre preziose, come dicevamo prima, per accertarsi di riconoscerne le peculiarità o ancora meglio riconoscerne l’autenticità. Oggi infatti i gioiellieri sono obbligati a presentare un certificato che ne stabilisca la genuinità, l’autenticità e la provenienza. Per ovviare a tutto ciò conviene informarsi anche perché scoprire le fattezze, le caratteristiche, le particolarità delle pietre preziose e quindi arrivare già preparati all’acquisto. Esistono molte varietà di pietre preziose e tutte offrono una miriade di caratteristiche, particolarità e anche misteri tutti da scoprire; dalle diverse tonalità e sfumature di colori alla loro consistenza a volte ammirabile in diversi strati e alla molteplicità delle forme. Insomma, le pietre preziose potrebbero rivelarsi un mondo del tutto nuovo e tutto ancora da scoprire, ma per farlo ci vuole passione.

(Visited 11 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *