In cosa consiste il recupero dati

In cosa consiste il recupero dati

Quando si parla di recupero dati si fa riferimento ad un procedimento che permette di riottenere la disponibilità di dati da floppy disc, da hard drive o anche da dischi fissi nell’ipotesi che siano danneggiati o non più accessibili. In parole povere, nell’ipotesi in cui si rovini il disco fisso, il database, il file system di un pc o altri sistemi di memoria che contengono dei dati importanti, è possibile (nella maggior parte dei casi) ottenere il recupero dei dati portando il pc o la memoria ad un negozio specializzato o ad un esperto in recupero dati.

In sostanza quindi il recupero dati permette di recuperare dei dati e documenti da supporti che siano corrotti, danneggiati in vari modi.

Il recupero dati è sempre possibile? Una risposta generica non è facile, in quanto ovviamente la possibilità di recuperare qualcosa da un sistema danneggiato dipende dall’entità del danno e dalla sua causa. Solamente un esperto, di volta in volta, può chiarire quali sono le possibilità di effettuare un recupero dati, visionando la situazione concreta.

La possibilità del recupero dati dipende anche dal tipo di danno

.
Se si tratta di danno logico – connesso, cioè, al sistema di memorizzazione o al file system, oppure dovuto ad un errore dell’operatore – nella maggior parte dei casi non c’è alcun difetto fisico della memoria ma i dati non sono più recuperabili. Questo avviene ad esempio quando il supporto dati venga scollegato prima che vi siano scritti dati (classico l’esempio della chiavetta USB). In queste ipotesi, quindi, c’è poco nulla che l’operatore possa fare.

Un caso molto classico di cancellazione dei dati è quello della cancellazione per errore: in queste ipotesi in genere il recupero dati è possibile, ma la rapidità è importante, in quanto il sistema operativo trova velocemente il modo di usare i nuovi spazi disponibili.

L’ipotesi del danno fisico è anch’essa molto comune e spesso conduce alla perdita dei dati.

Se il danno si manifesta per mezzo di bruciatura di alcuni dei componenti, esposizione ad acqua, calore o campi magnetici, rottura o simili, bisogna evitare ogni intervento ‘fai da te’ per non peggiorare la situazione. La soluzione migliore è sempre quella di portare il prodotto, prima possibile, da un esperto perché possa provvedere ad un tentativo del recupero dati. La riparazione di un hard disk è comunque conveniente se la perdita di dati è rilevante per un’azienda.

Se si tratta di chiavi USB, spesso il recupero è possibile, sempre che il chip della memoria funzioni correttamente. Nei supporti di memoria a memorizzazione ottica, come Cd e Dvd, spesso la rottura rende impossibile il recupero mentre i graffi anche profondi possono essere eliminati con apposite procedure, anche se il recupero dati non è mai garantito al 100%.

Per hard disk, floppy disk e Zip, è necessario stare attenti a non avvicinarsi a campi magnetici e pulire bene i supporti. Anche in questi casi, c’è ben poco che un utente non esperto possa fare per tentare di recuperare i dati, e rivolgersi ad un esperto è l’unica soluzione. State attenti invece ai software di recupero fai da te, potrebbero peggiorare la situazione.

 

(Visited 19 times, 1 visits today)