Importanza del web per le aziende

importanza di internet per le aziende

Internet è la più grande invenzione degli ultimi 50 anni, su questo ormai concordano tutti. E la sua rilevanza economica è sempre più riconosciuta, come dimostrano i dati delle più grandi aziende del settore. L’uomo più ricco del mondo è Jeff Bezos, il patron di Amazon, il più grande e-commerce del web.

La rete ha dimostrato nel tempo di poter accorciare le distanze e quindi di ridurre i costi, consentendo transazioni e vendite, la nascita di imprese commerciali e lavori di indotto, che erano assolutamente non pronosticabili alla sua nascita e diffusione.

Per le aziende internet non è solo avere un sito web aziendale che le rappresenti, ma molto di più. Vediamo perché internet è importante per le aziende e quali sono i vantaggi che possono conseguire, sfruttandolo adeguatamente.

Marketing e pubblicità (web marketing)

Internet è diventato uno strumento essenziale di marketing e pubblicità per le imprese. Alcune aziende addirittura esistono solo perché fanno servizi online, sotto forma di sito web, non hanno sedi dove vendere, ma solo uffici per dirigere e organizzare il lavoro. Internet pertanto diventa un ottimo strumento per far conoscere il proprio marchio e i propri prodotti, semplicemente perché dove c’è traffico ci possono essere delle opportunità per vendere spazi pubblicitari.

La pubblicità online si è trasformata negli anni, diventando sempre più mirata, grazie anche all’acquisizione di preziosi dati personali, che concediamo in cambio dell’utilizzo di servizi gratuiti. I casi più eclatanti sono quelli di Facebook e Google che utilizziamo ogni giorno per la ricerca di informazioni oppure per socializzare.

Queste piattaforme consentono di raggiungere una vastità di utenti, profilandoli secondo i dati demografici che abbiamo fornito, come l’età, lo stato civile, il titolo di studio, la residenza, la professione, i gusti e gli interessi. Gli inserzionisti, cioè le aziende, possono accedere a questi dati per inserire annunci contestuali sempre più mirati, ottimizzando il ritorno di investimento e costruendo campagne pubblicitarie che rendono. Non è un caso che Google e Facebook siano nettamente le aziende che raccolgono più pubblicità online e si comportino da vere e proprie concessionarie.

Migliorare la reputazione e costruire una visibilità del brand

Essere online non basta, come noto. La stragrande maggioranza degli imprenditori è conscia del fatto che, a prescindere dalle dimensioni della loro azienda, è importante stabilire una presenza online attraverso un sito web. Insieme a questi siti aziendali, spesso poco sfruttati se non in presenza di un blog aziendale, essi sfruttano anche i siti social network, nati dopo la seconda metà degli anni ’00 di questo nuovo secolo. I social network come Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Snapchat, Pinterest hanno avuto il merito di portare tanti utenti online e quindi stabilire un pubblico potenziale su cui contare. Uno in particolare, LinkedIn, è proprio tarato sul mondo aziendale: in questo social le aziende possono far conoscere i loro prodotti, i loro servizi, il marchio, la loro attività in generale, che valori sono disposte a trasmettere, e naturalmente trovare figure lavorative di valore, per migliorare il rendimento dell’azienda.

Comunicazione aziendale

Prima dell’avvento di internet la comunicazione delle aziende era affidata ad agenzie stampa, che diffondevano comunicati su commissione, quando c’era qualcosa da comunicare pubblicamente. Internet ha poi reso obsoleto anche il cartaceo e l’utilizzo del telefono, che viene sempre meno utilizzato a favore delle mail, che grazie agli allegati risultano molto più complete. Queste hanno fatto andare in pensione il fax. Le aziende poi possono utilizzare una rete intranet interna per tagliare i costi e far rendere al meglio le risorse umane. La messaggistica istantanea e le videochiamate hanno cambiato letteralmente il modo di lavorare. Usare strumenti come Skype, Hangout, Slack significa poter organizzare riunioni, diffondere conoscenze, acquisirle, senza gravare ulteriormente sui costi.

Acquisire e archiviare le informazioni e i documenti

Grazie al web è diventato molto più facile acquisire documenti attraverso i motori di ricerca che consentono ricerche di archivio veloci ed efficienti. Google è diventato uno strumento di lavoro oltre che di pubblicità. Le biblioteche sono state digitalizzate, si trovano online pubblicazioni specializzate di settore. Gli archivi elettronici consentono di accedere a un’enorme massa di informazioni, che prima era costosissimo avere, sempre aggiornate.

Basti pensare ai risultati della borsa e all’andamento dei titoli azionari, che possono essere consultati in real time su Google o attraverso le applicazioni dello smartphone. Le aziende usano internet per condurre ricerche e sondaggi di settore, sondando il mercato dei consumatori per prendere decisioni importanti sul lancio di un prodotto.

Il lavoro a distanza

Grazie a internet molte aziende impiegano lavoratori, appaltatori e consulenti a distanza, con il telelavoro. I pendolari diminuiscono, le sedi di lavoro diventano più agili, aziende con meno dipendenti fisici consumano meno. Ovviamente dal punto di vista della globalizzazione e dei diritti ciò non è sempre positivo, ma per le aziende significa accedere a professionalità di qualità da ogni parte del mondo, senza limiti.

Il web accorcia le distanze, rende possibili operazioni e transazioni in tutto il mondo a costi molto inferiori. Le banche sono andate tutte online con costi di gestione del conto molto inferiori rispetto al classico sportello terrestre. Lo stesso vale per le consulenze esterne.

Insomma, internet presenta delle opportunità e dei vantaggi per le aziende, che oggi rimanere fermi significa darsi la zappa sui piedi, rinunciare a possibilità di crescita che 20 anni fa erano veramente impensabili.

Non è facile creare business, aumentare il proprio giro d’affari, ma sicuramente internet è un fattore di crescita imprenscindibile.

(Visited 17 times, 1 visits today)