Il condizionatore in casa, quali opzioni

Il condizionatore in casa, quali opzioni

In caso l’impianto di riscaldamento e raffreddamento è fondamentale. Avere una caldaia funzionante o un climatizzatore perfetto come il primo giorno, fa la differenza in termini di consumi e di prestazioni. In particolare il condizionatore è necessario in tutte quelle case poste a determinate latitudini, che soffrono dei climi umidi, dove insistono alte temperature. In Italia il condizionatore è un must in città, soprattutto al centro e al nord, dove l’umidità può far arrivare il caldo percepito a temperature tropicali. Al Sud è indispensabile dal momento che anche con l’aria secca si toccano facilmente i 35 gradi. I condizionatori classe a +++ convengono perché consentono di risparmiare sui consumi, grazie a un buon impianto, come unità interna possono dirigere l’aria fredda ovunque nelle stanze facendo la differenza.

Quando si sceglie un condizionatore nuovo per la propria casa, oltre a doversi informare correttamente su quale unità si sta acquistando, è bene comprendere che il costo vero sta nella realizzazione dell’impianto. Quindi la vera domanda è: quanto vogliamo spendere? I condizionatori più economici sono quelli che funzionano attaccati alla finestra. Il costo di queste unità può andare sulle poche centinaia di euro. Funzionano con delle ventole regolate da un termostato, che mantiene sotto controllo la temperatura e i consumi. Il prezzo tende a salire variando da modello a modello, se ci sono funzioni avanzate, come la purificazione dell’aria, sistemi di risparmio energetico, telecomando e timer.

Per gli ambienti più grandi distribuiti su più piani è invece necessario fare veri e propri lavori, per distribuire la climatizzazione in ciascun ambiente, senza dover comprare più unità centrali. In questo senso l’impianto di condizionamento canalizzato è la risposta ideale a questo genere di necessità: viene realizzato facendo passare delle tubature lungo la casa, scegliendo pavimento o soffitto, collegate a delle bocchette con delle griglie, attraverso le quali viene canalizzata appunto l’aria (fredda o calda). Un aspetto di cui tener conto è che questo genere di lavori può essere più oneroso del previsto: se si abita in una casa vecchia il rischio di dover spendere per finte pareti, contro-soffitti, elementi in cartongesso è molto alto. Se vivete in appartamento è necessario chiedere all’amministratore del condominio se è possibile realizzare l’impianto, soprattutto se questo comporta molti lavori.

Nella scelta bisogna quindi valutare l’insieme dei costi derivanti dall’installazione e dai lavori. Un impianto a finestra va bene per una sola stanza, ma naturalmente può essere usato ovunque su più stanze, se è portatile. Attenzione ai consumi però: accendere più impianti fa lievitare la bolletta e bisogna verificare che l’impianto elettrico sorregga il carico. A questo punto la canalizzazione potrebbe essere la soluzione adatta. Sicuramente per uffici o piccole stanze l’impianto a finestra è quello ideale, se non si ha intenzione di spendere molto.

L’impianto di climatizzazione, come sappiamo, è presente anche sulle nostre auto. Esso è un componente essenziale per le nostre vacanze, non possiamo non considerarlo anche in termini di consumi. Degli studi hanno dimostrato che la macchina consuma meno con il condizionatore acceso, rispetto alla condizione in cui debba viaggiare con i finestrini aperti, alla stessa velocità. I condizionatori sono fatti come i frigoriferi, devono durare anni e anni, praticamente l’intero ciclo di vita di una macchina nuova, se trattati bene. I guasti da cattivo funzionamento segnalati da www.errecom.com che si verificano maggiormente sono:

  • gas di raffreddamento da ricaricare
  • perdite nei tubi, che si possono riparare con turafalle e paste simili
  • rottura dei componenti
  • problemi elettronici
  • rottura del compressore

I guasti, andando dal più lieve al più grave, possono comportare la sostituzione dell’intero impianto.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *