Esplorare il sistema sensoriale

Esplorare il sistema sensoriale

Il nostro apparato sensoriale è ciò che ci permette di fare esperienza del mondo. Può anche avvertirci di un pericolo, attivare la memoria e proteggerci da stimoli dannosi, per esempio, superfici che scottano. Il sistema sensoria le umano è fortemente sviluppato e ha diverse componenti che rilevano caratteristiche ambientali importanti dal punto di vista fisico e mentale.

Sistema sensoriale: come funziona?

Per esempio, può interpretare come odori, le molecole chimiche disperse nell’aria, organizzare le molecole sonore come rumori e percepire la pressione applicata alla pelle. Alcuni del nostri sensi si sono talmente affinati da permetterci di reagire a pochi secondi da una nuova percezione. I cinque sensi classici sono la vista, l’udito, l’olfatto, il gusto e il tatto. Ne abbiamo bisogno non soltanto per interpretare l’ambiente che cl circonda, ma anche per interagire con esso: ci permettono di modificare i nostri movimenti e pensieri e, talvolta, inviano segnali diretti al nostri muscoli, il sistema nervoso sensoriale é costituito da recettori, nervi e aree cerebrali dedicate. Esistono migliaia di diversi stimoli in grado di scatenare i nostri meccanismi percettivi, tra cui la luce, il calore, le sostanze chimiche contenute negli alimenti e la pressione. Queste modalità di stimolazione vengono poi rilevate da recettori specializzati, che li convertono in sensazioni quali il caldo e il freddo, i sapori, le immagini e le percezioni tattili, nostri incredibili recettori occhi, orecchie, naso, lingua e pelle si sono adattati nel tempo fino a collaborare brillantemente, senza neppure dover essere attivati. Tuttavia, anche l’apparato sensoriale può commettere errori. Esistono centinaia di patologie correlate, che possono presentarsi consintomi lievi, ma anche devastanti. Per esempio, un orecchio chiuso può alterare il nostro equilibrio, un raffreddore può Influenzare il nostro olfatto, ma si tratta di fenomeni passeggeri. Invece, dopo un incidente stradale con grave danno spinale, Il deficit può essere permanente. Esistono, inoltre, alcuni problemi molto specifici a carico del sistema sensoriale: dopo un’amputazione, per esempio, il cervello può ancora rilevare segnali provenienti dal nervi dell’arto scomparso. Tali sensazioni possono essere causa di dolori lancinanti e questa condizione prende il nome di sindrome dell’arto fantasma. L’apparato sensoriale, comunque, si adatta fedelmente al cambiamento: la perdita di una facoltà spesso determina l’acuirsi di altre. I nostri sensi tendono solitamente a inibirsi lievemente l’un l’altro per moderaresensazioni individuali. In effetti, si ritiene che l’Insorgere della cecità determini un potenzia mento del segnali provenienti da orecchie, naso e lingua. Non si tratta in ogni caso di un fenomeno universale tra le persone ipovedenti: è più comune in chi é cieco dalla nascita o dall’infanzia. Per lo stesso motivo, ascoltando musica tendiamo a chiudere gli occhi, perché la perdita dell’impulso visivo valorizza l’esperienza uditiva. Benché il sistema sensoriale umano sia ben sviluppato, molti animali ci battono: è il caso del tanche riesce a percepire suoni molto più acuti, mentre gli squali hanno un odorato che consente loro di individuare una sola goccia di sangue sciolta in un milione di gocce d’acqua.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *