È tempo di “switchare”

Nintendo Switch

In ambito tecnologico Marzo è iniziato con il botto, grazie all’uscita della console Nintendo Switch, che rappresenta un vero e proprio cambio di direzione per la casa di Mario e co. All’interno della console, ogni appassionato può riconoscere le incarnazioni delle precedenti macchine Nintendo. Tornano i sensori di movimento, il rumble (per l’occasione ribattezzato HD), le cartucce, che eliminano quasi del tutto i tempi di caricamento a cui sono soggetti i DVD, il touch screen e molto altro ancora. A vederla dal vivo, la console sembra davvero molto “giapponese”. È compatta, ma stretta tra le mani da un’ottima sensazione di solidità, i materiali utilizzati per la sua costruzione sono di ottima fattura, a differenza delle ultime console sempre di casa Kyoto, che facevano un po’ un uso spropositato di plastica di scarsa qualità.

La prima console da casa portatile

Switch, questo il nome scelto dai giapponesi per la loro nuova console, che in inglese significa “interruttore”, ma anche “scambiare”, è un vero e proprio cambio di rotta per Nintendo. La casa nipponica, da sempre fortissima in ambito console portatile, fin dai tempi del Game Boy, negli ultimi anni ha fatto un po’ fatica a restare dietro alla concorrenza di Sony e Microsoft, nonostante Wii sia la seconda console più venduta di tutti i tempi. Tuttavia, dopo l’insuccesso in termini di vendite di WiiU, Nintendo sapeva di non poter sbagliare un altro colpo, e così si è data da fare, non per riproporre un nuovo effetto WOW come era successo ai tempi di Wii, ma proponendo qualcosa di completamente nuovo ed innovativo, una consola da utilizzare a casa, ma anche in giro, o come amano dire gli inglesi “on the go“. Nintendo si è fatta strada negli ultimi mesi, mettendo il proprio nome sulla bocca di tutti con app per smartphone che hanno letteralmente fatto il botto in termini di download, stiamo parlando di Pokemon Go, diventato un vero e proprio fenomeno di massa, e con lo sbarco dell’idraulico italiano più famoso del mondo sui dispositivi Apple (a proposito, Super Mario Run è previsto sempre per Marzo per i dispositivi Android).

Una nuova era

Facendo sbarcare su dispositivi mobile i suoi franchise più famosi, Nintendo ha riaperto l’attenzione del grande pubblico verso i suoi prodotti, soprattutto ai ragazzini che oggi hanno in mano solo tablet e cellulari. Inoltre, rispetto a WiiU, Nintendo ha puntato su un messaggio molto più rapido e diretto. Chiunque abbia visto un suo spot ultimamente, tra l’altro andato in onda anche durante il Super Bowl (visto da milioni di persone in tutta America), capisce subito il messaggio che vuole trasmettere. C’è sempre qualcuno in casa che gioca all’ultimo capolavoro di Zelda o fa qualche partita a Mario Kart, e poi a seconda delle esigenze, stacca letteralmente la console dalla sua base e continua a giocarci all’esterno. Un messaggio semplice e diretto, che racchiude in se tutta la nuova filosofia della casa di Kyoto. Infine, sembra che Switch sia già esaurita nella maggior parte del mondo, se il buon giorno si vede dal mattino…

(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *