Consigli per iniziare una campagna AdWords

Consigli per iniziare una campagna AdWords

Poiché Adwords di Google è una dei migliori modi per farsi pubblicità e ricevere del buon traffico di qualità, potresti essere tentato di buttarti a capofitto nell’impresa.

Iniziare con sistemi complessi Pay Per Click senza un’adeguata preparazione può pero essere molto costoso sia in termini monetari che in termini di tempo.

Seguire le giuste linee Guide è molto importante prima di iniziare.

Cose che dovrai tenere a mente:

Adwords è un modo abbastanza complicato per produrre traffico.  Nel malaugurato caso seguirai consigli da qualcuno che non abbia veramente esperienza. Ti farà spendere più soldi.

Se non rispettate le condizioni di servizio di Google, che sono molto restrittive il tuo account potrebbe essere limitato o nel peggiore dei casi chiuso.

Per eccellere con una piattaforma come Adwords devi non solo avere molta pazienza per studiarti tutte le sue funzionalità, ma dovrai anche spendere soldi solo per testare le tue campagne più performanti.

Nessuna nasce imparato. La dura realtà che niente è veramente facile se almeno all’inizio non ci hai messo il giusto impegno e dedizione. Durante questo periodo, diciamo di rodaggio, dovrai spendere più soldi di quanti potresti guadagnarne.

Google a volte può modificare la sua piattaforma AdWords (e anche i suoi algoritmi). Dovrai cosi essere in grado di sfruttare al meglio i suggerimenti o le tecniche che potresti avere acquisito nel tempo, ma è sempre molto importante aggiornarsi sulle linee guida ufficiali di Google Adwords cosi da non avere brutte sorprese. Che tutte le tue conoscenze siano sempre aggiornate e al passo con i tempi.

Non c’è niente di peggio che seguire Informazioni obsolete. Ora, per quanto riguarda la gestione dei propri account AdWords, è necessario tenere anche alcune cose sempre in mente.

Come abbiamo detto dovrai fare dei test per vedere quali sono le tue campagne più performanti, ma per fare questo hai anche bisogno di un sistema di analitica che verifica tutte le tue metriche e statistiche del tuo sito web.

Come ad esempio:

Quanto tempo rimangono i visitatori sul tuo sito?
Quali sono le parole chiavi che offrono un buon rapporto tra i click ricevuti sulle mie campagne (e quindi pagati) e dei risultati come ad esempio un commento, un’iscrizione alla tua lista di e-mail o meglio ancora una vendita?

Tutti questi dati sono utilissimi perché con essi puoi ottimizzare notevolmente la tua percentuale di click ricevuti o CTR (ovvero quanti click ricevi ogni cento visualizzazioni), e siccome Google ogni volta che visualizza una pubblicità non percepisce alcun reddito ma solo sui click a un reale profitto, di conseguenza è molto interessato a queste percentuali, quindi più è alto il tuo CTR e meno soldi spenderai e viceversa.

Inoltre se spendi una grande quantità di denaro, è importante testare le tue pubblicità per scoprire cosa porta un profitto e cosa no in percentuale alla spesa.

Insomma dovrai capire cosa funziona meglio per te in rapporto alla spesa e i risultati raggiunti.

Nessuna scorciatoia potrà mai esserti utile come la tua esperienza, s’impara dai propri errori, e nella nostra natura umana, non c’è niente da fare, come per tutte le cose per avere dei buoni risultati dovrai passare in mezzo ai tuoi stessi errori.

(Visited 8 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *