Condizionatore auto guasto? Prevenire è meglio che curare

Condizionatore auto guasto? Prevenire è meglio che curare

Il condizionatore dell’auto è un elemento davvero importante per il benessere quando si è sulla propria vettura, soprattutto è davvero fondamentale per poter stare sempre bene in qualsiasi momento nell’abitacolo, sia in estate che in inverno. Ecco perché quando il condizionatore non funziona o comincia a non lavorare al meglio, molti automobilisti vanno nel panico.

La manutenzione del condizionatore è fondamentale per evitare dei problemi nel corso del tempo, e può fare risparmiare soldi, ma anche per motivi di sicurezza: ad esempio in inverno il condizionatore permette di sbrinare il parabrezza.

Non solo, la corretta manutenzione del climatizzatore è fondamentale anche per la pulizia e l’igiene dell’aria. Come abbiamo detto, qualche attenzione può evitare di dover ricorrere al meccanico e spendere per la sostituzione di qualche tubo.

Per evitare guasti al condizionatore, la parola d’ordine è: pulizia dei filtri anti polline. Spesso sono loro che si intasano e quindi non permettono la buona circolazione dell’aria calda o fredda all’interno dell’abitacolo. Nella maggior parte delle macchine ai filtri si accede dal cofano dell’auto: servono per trattenere polvere e umidità ed evitare che possano entrare nell’abitacolo, rendendo l’aria insalubre. Per poter mantenere sempre puliti i filtri, tutto quello che occorre è una pistola ad aria compressa con la quale pulire per bene i filtri periodicamente, soprattutto in primavera quando l’aria è ricchissima di polline.

Elemento fondamentale per la salute del condizionatore auto è l’esistenza della giusta quantità di liquido refrigerante e che non ci sia alcuna perdita dai tubi. Il liquido deve essere periodicamente ricaricato da un esperto per il funzionamento ottimale del condizionatore dell’auto. Tuttavia se il liquido è stato da poco ricaricato eppure l’aria condizionata non funziona, allora potrebbe esserci una perdita: per evitare che peggiori, bisogna rivolgersi al meccanico che la individuerà ed eliminerà.

Non solo, per evitare guasti al condizionatore è necessario mantenere igienizzato il sistema per mezzo dello spray igienizzante. A motori e fari spenti si aprono le bocchette dell’aria, e quindi si infila l’apposita sonda al loro interno. Quando la sonda è del tutto inserita, si rilascia la schiuma e si estate il tubicino.

Si ripete l’operazione descritta per tutte le bocchette dell’aria e anche nella presa esterna, e quindi, tenendo aperti i finestrini, si attua il ricircolo dell’aria. Si esce dal veicolo e si chiudono gli sportelli, e si attendono venti minuti prima di entrare e poi si fa areare l’ambiente.

Inoltre per evitare dei problemi al condizionatore dell’auto bisogna tenerselo in funzione. Anche nel caso in cui non si utilizzi molto l’auto, è un bene far funzionare il condizionatore almeno 10 minuti ogni due settimane, per mantenerlo in buona salute ed evitare problemi. Lo stato del condizionatore andrebbe verificato periodicamente, per valutare se il filtro sia o meno ostruito, o se l’arrivo dell’aria nell’evaporatore sia sufficiente o meno, se ci siano perdite di liquido che richiedano l’intervento di un esperto, o se provengano strani rumori dalle bocchette dell’aria (potrebbe essere il sintomo un problema al compressore dell’auto, che richiede l’intervento di un esperto).

 

(Visited 9 times, 1 visits today)