Diventare tatuatori di successo

Diventare tatuatori di successo

Nel mondo dei tatuaggi spesso si dice che non c’è macchina che possa sostituire l’abilità di un artista. Ma per quanto la vena artistica sia importante è chiaro che un buon equipaggiamento è destinato a fare la differenza. Chi vuole fare il tatuatore può anche iniziare con poco, ma sa già in partenza che serve una fornitura completa e che deve fare in modo che il suo studio sia efficiente, pulito, ospitale e degno di un trattamento che ha connotazioni mediche.

Perché il punto è questo: si può essere dei bravi tatuatori, dal punto di vista artistico, e dei pessimi imprenditori che non sanno mandare avanti la loro attività per vari motivi. Alcuni punti fondamentali che valgono come consigli, raccolti in rete, a disposizione di chi vuole iniziare a fare il tatuatore o vuole dare una svolta imprenditoriale alla sua carriera.

Farsi un nome che conta

Per farsi un nome occorre bravura, fortuna nel trovare le persone giuste che sanno pubblicizzare lo studio e sicuramente una dose di duro lavoro. Uno studio attrezzato deve possedere il meglio, si può iniziare risparmiando, ma qualunque esperto del settore vi dirà che se acquistate tattoo supply al risparmio, starete facendo un lavoro al risparmio.

Tattoo supply di valore

Il rapporto tra tatuatore e macchina per tatuaggi è comunque fondamentale. Diciamo che è come quello che esiste tra pittore e pennello, una sorta di simbiosi. Le macchine possono essere a rotativa o a bobina, ma di fatto il comportamento e le funzioni sono sempre le stesse: perforano la pelle con tanti aghi in modo simultaneo, seguendo una traccia artistica. Basta collegare la macchinetta all’elettrico e il gioco è fatto. In commercio si possono trovare interi kit di tattoo supply. Milano è il centro nevralgico della scena italiana.

Poi ovviamente farsi conoscere è un altro paio di maniche: normalmente quando si inizia bisogna avere l’umiltà di riconoscere che si è alle prime armi e che quindi non è facile acquisire clienti. Diventare un artista professionista, che ha uno stipendio dalla sua attività non è facile, ma si può guadagnare bene facendosi un nome. Quello che fa la differenza è la capacità di disegnare una grande varietà di tatuaggi e quindi poter rispondere alle richieste più specifiche dei clienti. Inoltre bisogna avere la capacità di imparare dagli artisti affermati, lasciarsi guidare da essi senza avere la presunzione di sapere tutto.

Le convention di tatuaggi

Un buon modo per capire il panorama, apprendere tecniche, conoscere le news del settore, soprattutto le novità sui trend di mercato (i tatuaggi, come altri fenomeni, seguono le mode) è visitare le convention. In Italia la più importante è quella che si tiene a Milano, divenuta un appuntamento di rilevanza internazionale. Gli show sono stati organizzati anche ad Arezzo, Bologna, Venezia, Lecce, Firenze e naturalmente anche Londra. Importanti kermesse internazionali in Europa sono quelle di Amsterdam e Londra.

Per info su Tattoo Supply a Milano:
http://www.inksidetattoosupply.it/
Via Privata Platone 12, 20128 Milano (MI).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *